News

Grazie per il pullmino

È stata un successo la raccolta fondi lanciata per acquistare un pullmino per la sede di Andora (SV): in seguito al guasto del vecchio mezzo, a inizio estate, avevamo fatto appello ai sostenitori per aiutare i nostri ospiti a raggiungere la spiaggia. Ebbene, l’obiettivo è stato raggiunto e un nuovo veicolo sarà acquistato grazie alla generosità di tanti amici di Sacra Famiglia.

Ringraziamo tutti i cittadini che hanno donato in varie forme (tra cui Rete del Dono), i familiari di alcuni ospiti delle sedi liguri, le parrocchie S. Matilde e Cuore Immacolato di Maria di Andora, l’Associazione Commercianti di Andora, l’Associazione Italiana Comici, la Caritas Pia di Finale Ligure, la Croce Bianca di Andora, la Fondazione Fronk Anita di Pietra Ligure, l’Istituto Comprensivo di Gaggiano (MI).

READ MORE
News

La musicoterapia 4.0 passa da noi

A prima vista sembra un giocattolo, colorato e leggero, con otto forme di legno da incastrare negli spazi giusti. Ma è solo un’impressione: basta collegarlo a uno smartphone e a una cassa e attivare il software collegato, per sentire tutta la gamma delle note prodotte da qualsiasi strumento, dal pianoforte al flauto passando per lo xilofono e la tromba. In pratica, un’orchestra (quasi) tascabile e alla portata di tutti.

È il Kibo, strumento musicale hi-tech e console DJ che Sacra Famiglia sta sperimentando tra le prime in Italia. Inventato da Mattia Davide Amico, 34 anni, sonic interaction designer, grazie al supporto della Fondazione Alamo, viene attualmente utilizzato dai nostri musicoterapisti con gli ospiti, che l’hanno accolto con grande favore.

Si tratta della prima sperimentazione “sul campo” del Kibo come efficace supporto rivolto ad adulti e bambini con disabilità, i cui risultati definitivi saranno resi noti nei prossimi mesi.

READ MORE
News

Buon lavoro al nuovo CdA

Si è insediato a fine 2019 il nuovo Consiglio di Amministrazione di Fondazione Sacra Famiglia, che si rinnova ogni quattro anni. Organo di governo e gestione dell’Ente, ha i più ampi poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione; tutti i sette membri possono essere riconfermati senza limiti di mandato.

I componenti, oltre a don Marco Bove (presidente), sono Cesare Kaneklin (vicepresidente), docente onorario di Psicologia all’Università Cattolica di Milano; Giovanni Pavese, consulente e già membro del CdA dell’università Bocconi; Osvaldo Basilico, esperto di Risk Management in sanità; Daniele Longoni, dirigente di Banca Intesa; Giovanni Lucchini, medico e presidente di Farsi Prossimo; Virginio Marchesi, psicologo e docente alla Cattolica. Revisori dei conti sono Rosalba Casiraghi, consigliere e sindaco in diverse società; Gianni Colombo, commercialista; Massimo Cremona, docente di Economia alla Cattolica.

Per legge, il CdA deve riunirsi almeno una volta l’anno, per l’approvazione del bilancio; tuttavia, vista la mole delle nostre attività, il CdA di Sacra Famiglia è convocato una volta al mese.

Auguri di buon lavoro!

READ MORE
News

A Bookcity con Ordinelastico

Per la prima volta Sacra Famiglia sarà presente a Bookcity con un elegante progetto di design sociale, firmato dallo studio Luini 12 e realizzato dai nostri ospiti nei laboratori di Cesano Boscone.

Ordinelastico è un aiuto per tenere “ogni cosa al suo posto: ogni cosa ha il suo posto”. Vi piaceranno di sicuro queste particolari e colorate “scatole-libro di design” che possono diventare raccoglitori per documenti e ricordi, ma anche elementi di arredo per la casa o per l’ufficio grazie all’originale decoro realizzato con un reticolo elastico e alla rifinitura con ritagli di tappezzerie di una famosa casa di moda.

Vi siete incuriositi? Veniteci a trovare venerdì 15 Novembre alle ore 15.30 (alle ore 17.00) presso Fondazione Pasquinelli, in Corso Magenta 42 a Milano.

L’ingresso è gratuito, vi aspettiamo numerosi per scegliere il vostro Ordinelastico preferito!

Clicca qui per prenotare il tuo posto!

Grazie di cuore!

READ MORE
News

Vasi e Visi alla Repubblica del Design

Nasce con la Milan Design Week 2019 la “Repubblica del Design”, che si localizza sull’asse Lancetti-Dergano-Bovisa e si caratterizza con 9 parole: #REGENERATION #SOCIAL #INDEPENDENT #INTERACTION #ENERGY #MULTICULTURE #NARRATIVE #OPEN #PLAY. 

Con grande piacere Sacra Famiglia ha accettato l’invito a partecipare con le opere artistiche realizzate dagli ospiti di Fondazione Sacra Famiglia presso i nostri laboratori Arteticamente: sono quindi di nuovo visibili al pubblico, presso lo spazio polifunzionale Design DIFFERENTE, una selezione della collezione Vasi di Visi-Visi Diversi, la mostra a cura di Alessandro Guerriero e Alessandra Zucchi.

Tutte le opere sono state realizzate nell’ambito di Normali Meraviglie, un’iniziativa promossa da Fondazione Sacra Famiglia Onlus per tutelare e valorizzare il concetto di fragilità, in collaborazione con l’Associazione Tam Tam, scuola di eccellenza di attività visive, che ne coordina la direzione creativa.

Questo progetto ha lo scopo di far avvicinare mondi a volte un po’ lontani come quello dei designer e quello di persone con diverse abilità, aiutarli nel percorso abilitativo e far provare loro la gioia di vedere il proprio lavoro portato a compimento.” commenta Paolo Pigni, Direttore Generale di Fondazione Sacra Famiglia “Per noi è sempre una grande soddisfazione poter mostrare al pubblico l’impegno dei nostri ospiti e questi speciali oggetti di design, risultato di ore passate nei laboratori abilitativi di Sacra Famiglia.” 

Le opere sono in mostra fino a fine anno: non perdete questa occasione per un tuffo nel design e per scegliere i vostri regali.

Dove: Design DIFFERENTE, via Enrico Cosenz, 44/4 a Milano

READ MORE
News

Scarrozzati Rhapsody

La nostra divertente compagnia “Gli Scarrozzati” ospita “I Menandro” per portare in scena uno spettacolo scintillante che rientra nei festeggiamenti per il 10° compleanno della sede di Inzago: “Scarrozzati Rhapsody”. Sull’onda del successo del film dedicato ai Queen, viene riproposta una versione che non potrà che entusiasmare il pubblico.

L’appuntamento sarà presentato da Leonardo Cagnolati e Steve Vogogna.

Vi aspettiamo domenica 1 dicembre alle ore 15 al Cineteatro Giglio di Inzago (via Brambilla, 1): invitate gli amici, musica e divertimento sono assicurati!

Ingresso con donazione di 10€, a sostegno delle attività della RSD “Simona Sorge” di Sacra Famiglia.

READ MORE
News

Open day Settimo Milanese

Siamo giunti al quarto Open Day della sede di Settimo Milanese: sabato 5 ottobre sarà una giornata aperta a ospiti, parenti, volontari e dipendenti, per stare insieme in allegria e condividere momenti spensierati. Si inizia con la Messa celebrata da don Marco Bove, il nostro Presidente, alle 10.30. Fanno seguito l’aperitivo in giardino e il pranzo (contributo simbolico di 5 euro a persona), e poi musica, lotteria e spazio giochi per i bambini con pop-corn e zucchero filato.

Le adesioni al pranzo devono avvenire entro domenica 29 settembre comunicandolo in sede.

READ MORE
VendemmiaNews

Una vendemmia speciale

Vendemmia

Sei ragazzi con autismo sono stati invitati a partecipare alla vendemmia in una storica tenuta toscana, già coltivata dal padre di Lisa Gherardini, la famosa Gioconda. Nell’anno che celebra i 500 anni dalla morte di Leonardo, Fondazione Sacra Famiglia offre ad alcuni ragazzi dell’unità Sacro Cuore di Cesano Boscone, accompagnati da un educatore e un ASA, un’opportunità davvero speciale: lavorare in un vigneto a Panzano in Chianti (FI), nell’anfiteatro naturale della Conca d’Oro tra Firenze e Siena, nella tenuta Carobbio.

Oggi di proprietà della famiglia Novarese (dinastia imprenditoriale lombarda), questa terra produce da secoli il pregiato vitigno Sangiovese da cui si ricava il Chianti Classico e altri vini importanti. Proprio questi filari, tra il 5 e l’11 ottobre, ospiteranno il progetto “Vendemmia in Chianti”

«Per Francesca, Giulio, Elena, Adi, Davide e Lucia sarà un’esperienza incredibile, un progetto esperienziale e formativo di autonomia e inclusione che permetterà loro di sperimentare momenti di vita lontani dalle loro famiglie e svolgere  attività professionalizzanti», spiega Gina Fiore, responsabile Nuovi Progetti e Laboratori. Ospitati in una splendida villa all’interno della tenuta, i ragazzi si occuperanno della selezione degli acini in seguito alla raspatura, un’operazione che qui si svolge ancora a mano e permette di avviare alla pigiatura solo l’uva migliore: ci si attende un’ottima annata, arricchita dal progetto sociale che l’azienda ha deciso di ospitare e di cui non possiamo che ringraziare per il piacere offerto ai nostri ragazzi.

READ MORE
News

Stagione teatrale 2019-20

Con l’autunno torna la programmazione del nostro teatro nel cuore di Cesano Boscone: un appuntamento circa al mese per passare una serata piacevole in compagnia, con artisti comici provenienti da diversi programmi e format televisivi.

Non può mancare il concerto natalizio con “Ilenya” che presenterà un repertorio da Mina a Battisti e lo spettacolo di chiusura della stagione con la compagnia teatrale “I satelliti” composta da disabili, educatori e volontari che omaggeranno Fabrizio De Andrè.

Invitate gli amici e segnatevi le date sul calendario! Vi aspettiamo sempre numerosi!

Per informazioni: teatro@sacrafamiglia.org

Donazione minima euro 10 e inizio spettacoli ore 21.00 (salvo dove diversamente indicato)

Gianluca Impastato, porterà in scena un’esilarante carrellata dei suoi tanti personaggi che lo hanno reso famoso. 

 

Con la sua comicità multiforme affronta la quotidianità in una chiave surreale e divertente.

 

Ilenya interpreterà i successi delle voci storiche della canzone Italiana che più l’hanno ispirata, senza dimenticare di regalarci le più famose melodie Natalizie.

 

Messa in scena della satira di costume, nella quale tutti si riconoscono ed inevitabilmente sorridono. 

 

Un alternarsi di situazioni comiche ad un ritmo forsennato. Una visione non convenzionale del mondo, come in un caleidoscopio.

 

Urbano Moffa dà vita ad una serie di personaggi che compongono la sua strana famiglia: i suoi fidi amici Gigino, Pompeo e Crocifisso e i loro rimedi antistress; la cugina single e il suo diario; l’uomo che passeggia al mare d’inverno; la vicina di casa, Lucrezia, campionario vivente di interventi plastici…

 

Francesca Puglisi, ci conduce in un viaggio attraverso vicende di ordinaria precarietà. Un percorso esilarante, a tratti malinconico, nell’incertezza dei nostri giorni, dove invece che aggiustare un oggetto si preferisce  sostituirlo con uno nuovo, e si finisce per fare la stessa cosa persino con le persone.

 

Un continuo confrontarsi con il pubblico riuscendo a sorprendere tutti con la sua capacità di improvvisare sulle risposte ricevute!

 

Uno dei protagonisti delle ultime edizioni di Colorado ci divertirà con una satira studiata per le Conventions aziendali, monologo privo di volgarità e ispirato alla vita di tutti i giorni.

 

Un omaggio per tutti coloro che, “coltivano la propria diversità con dignità e coraggio, attraversando i disagi dell’emarginazione con l’unico intento di rassomigliare a se stesso”.

 

READ MORE
News

La riconoscenza è importante

Abbiamo incontrato uno squisito gentiluomo d’altri tempi che ha un annuncio importante da fare: ha deciso di destinare a Fondazione Sacra Famiglia la metà dei suoi beni, volontà scritta in un testamento già depositato, che vede come altro beneficiario (al 50%) la Fondazione don Gnocchi. Un regalo prezioso che deriva da una vita di lavoro e impegno.

Dopo il diploma di geometra e la laurea in Economia e Commercio alla Cattolica nel 1955, Affri trova subito un’occupazione presso una ditta di costruzioni, per poi essere assunto, dopo qualche tempo, come «impiegatello» alla Cassa di Risparmio delle Province Lombarde, la storica Cariplo oggi Banca Intesa. E con il merito, la fatica: per lunghissimi anni inizia la giornata alle 6.15 – un’abitudine che non ha perso neppure oggi, che si è «ritirato volontariamente, per senso della misura» – e la conclude ben oltre le 23: dopo le nove ore trascorse in banca, infatti, si trasferisce nel suo studio da commercialista e lì rimane fino a tarda sera, sacrificando al lavoro anche i sabati e le domeniche. Pochissimi svaghi, tanta lettura, serate tranquille, una condotta di vita tanto esemplare quanto parca, perché – come scandisce oggi – «il lavoro non è una condanna di Dio, ma un regalo».

Silenzioso ma tenace, modesto ma infaticabile, Affri scala tutti i gradini della carriera in Cariplo, di filiale in filiale, fino ad approdare alla Ca’ de Sass (la sede centrale di via Monte di Pietà) dove, come Mortgage Credit Manager, aveva il compito di decidere se qualcuno, privato o azienda, meritava fiducia e finanziamenti. E per farlo, aveva un metodo infallibile: «Tutti quelli che venivano a chiedere un prestito», racconta, «mi parlavano di problemi e necessità, vicende personali e progetti. Io stavo ad ascoltare, poi chiedevo: caro signore, la banca vende soldi, non li regala. Lei pensa di essere in condizioni di ripagare il debito? Se la risposta non arrivava subito, lo invitavo a bere un caffè. Scendevamo al bar, ci mettevamo comodi, le barriere cadevano e da lì capivo tante cose. Molto meglio che alla scrivania. Bevevo anche sette o otto caffè al giorno sa?».

Nel caso di Sacra Famiglia, per instaurare un rapporto di fiducia non è stato necessario andare al bar: al dottor Affri è bastato conoscere l’ex presidente monsignor Enrico Colombo e visitare, un giorno, l’Unità Santa Maria Bambina per rimanere conquistato dall’autentico «spirito evangelico di carità» della Fondazione e dei suoi operatori. Nonché della serietà dell’ente: «Nel testamento non ho voluto inserire nessun vincolo d’utilizzo dei miei beni, compresi i tre appartamenti che ho acquistato negli anni», continua il nostro benefattore. «Ho piena fiducia che Sacra Famiglia, come la Fondazione don Gnocchi, faranno quello che è giusto a favore dei meno fortunati».

Il dottor Affri ha già cominciato, e da molti anni, a sostenere l’attività della nostra Fondazione con una generosa offerta annuale, e segue puntualmente le vicende che la riguardano, mantenendo cordiali rapporti con l’ex direttore generale Vittorio Coralini e l’Associazione Amici oltre che con il presidente don Marco Bove, che risiede proprio nella sua parrocchia, la Basilica di San Vincenzo in Prato. «Ormai questo mondo è diventato per me indecifrabile, sono troppe le cose che non capisco più. I robot al posto dei lavoratori, i manager di Banca che fanno vita mondana, la tanta maleducazione che c’è in giro… Ci sono però cose che capisco e approvo: l’aiuto che si dà al prossimo, come quello che offre Sacra Famiglia, e la riconoscenza. La riconoscenza è la più importante».

READ MORE

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi