Natale al Punto Arte!

punto arte email

Natale si avvicina e per i vostri regali artigianali e fantasiosi, vi suggeriamo di venire a curiosare al nostro Punto Arte situato al piano terra dell'edificio San Vincenzo di Cesano Boscone (accanto alla chiesa interna, sulla sinistra). 

Potrete trovare tanti oggetti creati dai nostri ospiti nei laboratori abilitativi ARTETICAMENTEIdee per un regalo di Natale unico e originale!

Consultate nella locandina i giorni e gli orari di apertura: troverete le proposte giuste per tutti i familiari e gli amici!

Genova per voi

Il Teatro di Fondazione Sacra Famiglia a Cesano Boscone, ospita Enrico Lisei che presenta "Genova per voi", un viaggio nella città "superba" tra le canzoni di Lisei e dei cantautori genovesi.

Appuntamento sabato 18 novembre 2017 alle ore 21: offerta minima per l'ingresso 8 €

Potenziare le abilità

Fondazione Sacra Famiglia ospita la presentazione di due manuali che offrono strumenti operativi ed esempi pratici da utilizzare in ogni classe, con l’obiettivo di sviluppare e potenziare le abilità cognitive e trasversali di studenti con disabilità di apprendimento: POTENZIARE le abilità cognitive e POTENZIARE le abilità trasversali, scritti a quattro mani dai fratelli Paolo e Lucio Moderato ed editi da GIUNTI EDU.

L’appuntamento è giovedì 23 novembre alle ore 11.30 in Sala Cornaggia nella sede di Sacra Famiglia a Cesano Boscone.

I due volumi propongono un percorso, dalla valutazione al potenziamento, per lo sviluppo delle abilità cognitive e trasversali che sia di aiuto a tutti coloro che si occupano di riabilitazione, sostegno e recupero di bambini e ragazzi con disabilità intellettiva, dentro e fuori la scuola.

Oltre al quadro metodologico, i manuali offrono schede pratiche, suddivise in aree specifiche, per sviluppare quelle più carenti; inoltre, ogni volume comprende un questionario per valutare tutte le dimensioni delle abilità cognitive e curricolari e per impostare le attività di intervento, e un set di materiali da utilizzare durante le attività.

 

Vasi Di Visi - Visi Diversi

Visi

 

Dal 16 novembre al 7 dicembre sarà possibile visitare la mostra ‘Vasi di Visi e Visi Diversi’, a cura di Alessandro Guerriero e Alessandra Zucchi, in collaborazione e per Fondazione Istituto Sacra Famiglia Onlus, presso Galleria l'Affiche (Via dell'Unione 6 - Milano).

L’esposizione propone un’unica sorprendente collezione composta da 20 ‘Vasi di Visi’, realizzati a mano nel laboratorio di ceramica dagli ospiti di Sacra Famiglia su progetto e a firma di 20 artisti e designer, e 50 ‘Visi Diversi’, formelle con gli autoritratti degli ospiti della Fondazione oltre a 9 ritratti ad olio su tavola degli stessi ospiti realizzati da Grazia Mazzone.

L’operazione è parte di ‘Normali Meraviglie’, iniziativa promossa da Fondazione Sacra Famiglia per tutelare e valorizzare proprio il concetto di fragilità, in collaborazione con l’Associazione Tam Tam, scuola di eccellenza di attività visive, che ne coordina la direzione creativa. 

‘Vasi di Visi e Visi Diversi’, perché ci piace guardare le persone anche attraverso le loro opere” - raccontano i curatori Alessandro Guerriero e Alessandra Zucchi – “Perché ci piace coinvolgerle, perché ci piace far avvicinare mondi a volte un po’ lontani come quello dei progettisti e quello di persone con diverse abilità, perché ci piace far provare a queste ultime la gioia di un progetto portato a compimento, perché ci piace sfidare la generosità della nostra comunità!”

La generosità anima infatti l’intero progetto: quella degli artisti, che condividono la propria creatività, quella di chi coordina con passione le attività dei laboratori e quella di chi acquisterà le opere, che sarà possibile prenotare e ritirare al termine della mostra.

Il ricavato delle donazioni così raccolte andrà a favore di Fondazione Sacra Famiglia per lo sviluppo e il sostegno delle sue attività.

 Vasi Mostra

Incontri anziano fragile

Villa Sormani

 

Gli ultimi due incontri del ciclo "L'anziano fragile a domicilio: quali bisogni e quali risorse", promosso dal Centro Multiservizi Villa Sormani, contrariamente a quanto segnalato in precedenza si terrano in Villa Sormani (Via Dante Alighieri, 2 - Cesano Boscone) nelle date stabilite: giovedì 9 e 30 novembre 2017 dalle ore 17.00 alle 18.30.

 

 

I laboratori aprono al pubblico

I nostri laboratori abilitativi “Arteticamente” aprono le porte al pubblico, proponendo corsi creativi per tutte le età!

Guidati da istruttori di grande esperienza, i partecipanti - grandi e piccoli - potranno apprendere tutte le tecniche che vengono praticate nei nostri laboratori: ceramica, falegnameria, cartotecnica, arti espressive, riciclo creativo, cucito e garden creativo.

Scopri date, costi e modalità di iscrizione: https://goo.gl/fkWzFm

Arteticamente

Campagna lasciti testamentari

Fondazione Sacra Famiglia presenta la propria campagna lasciti, nata con il patrocinio del Consiglio Nazionale del Notariato, con una brochure che spiega dettagliatamente come fare un testamento scegliendo, fra gli eredi, anche Sacra Famiglia.

Da alcuni anni in Italia sta crescendo il numero delle persone che fanno testamento e, in questa occasione, si ricordano di enti importanti per il territorio cui destinare una quota del proprio patrimonio. Siamo, però, ancora molto lontani dai livelli di apertura culturale tipici dei Paesi nordeuropei (dove fa testamento solidale tra il 30 e il 50% della popolazione): se in Germania il valore totale annuo dei lasciti è stimato in 5 miliardi di euro, in Italia si attesta a 1,1 miliardi.

E’ in aumento la propensione degli italiani nei confronti del lascito testamentario: il 14% dei nostri connazionali ha già fatto (3%) o intende fare un lascito solidale (11%). In particolare oltre una persona (o una coppia) senza figli su 4 (27%) è orientata a lasciare parte del proprio patrimonio a una o più associazioni nel proprio testamento. Fra i donatori è cresciuta la conoscenza dei lasciti testamentari, una opportunità nota oggi a quasi 7 italiani su 10.

Complice l’allungarsi della vita e la necessità di aiutare i propri figli a costruirsi un futuro quando si è ancora giovani, quasi un italiano su tre (il 28%) è orientato a mettere nero su bianco le proprie ultime volontà tra i 60 e i 69 anni, senza aspettare di diventare “vecchio”. Il testamento solidale non è più percepito come comportamento riservato ai “ricchi” ovvero a proprietari di ingenti patrimoni mobiliari o immobiliari.

Dietro la scelta di fare un lascito solidale, spiegano i notai del Consiglio Nazionale del Notariato, ci sono ragioni personali come la sensibilità verso una determinata causa (64%), la vicinanza in vita ad una specifica associazione (20%), il desiderio di lasciare un segno di sé fuori dalla propria famiglia (8%), la visione etica della persona (8%).

La brochure è scaricabile dal nostro sito e visitando la pagina dedicata, troverete anche i riferimenti dell’ufficio cui rivolgersi per domande e dubbi: https://sostieni.sacrafamiglia.org/lasciti.html

copertinalasciti

Alleniamoci con GioCare

Al via le attività 2017-18 di GioCare!

L’associazione dilettantistica sportiva GioCare nasce per promuovere la pratica sportiva a favore di ospiti, dipendenti e familiari di Fondazione Istituto Sacra Famiglia Onlus.

Lo sport è educativo quando attiva e aumenta l’autostima e la fiducia in se stessi e quando ha la capacità di tenere insieme e far coesistere le persone.

Generare opportunità d’incontro tra esperienze di vita diverse per un reciproco arricchimento tra persone con differenti abilità trasforma lo sport in uno strumento di inclusione sociale.

GioCare propone le seguenti specialità:

  • calcio integrato, golf, nuoto, atletica, orienteering, danza e bocce – a Cesano Boscone
  • atletica – ad Abbiategrasso
  • gruppo di cammino, atletica e bocce – a Varese-Cocquio
  • atletica e nuoto – a Verbania-Intra

Per informazioni contattare:

Doris Carsenzuola 366 9626435

Nello Incoronato 335 1008517

Emidio Novali 339 7322618 per la sede di Cocquio

Alzheimer Cafè: 2017-18

Nel 2014 è nato l’Alzheimer Cafè di Fondazione Sacra Famiglia come luogo di incontro tra persone affette da Alzheimer e/o altro tipo di demenza, e i loro caregiver (famigliari, badanti, ecc.).

Ogni 15 giorni a Settimo Milanese malati, personale qualificato e volontari vengono coinvolti in varie attività - come stimolazione cognitiva, attività manuali espressive e creative, attività motoria, uscite sul territorio programmate, e altro - mentre chi si occupa del malato affronta temi specifici legati alla malattia con gli specialisti per ricevere informazioni sulla gestione della malattia, su come accedere alla rete dei servizi territoriali, sentendosi supportato nella quotidianità anche all’interno dei gruppi di Auto-Mutuo-Aiuto.

Ogni incontro si chiude con un momento conviviale, con merenda e intrattenimento musicale.

Il calendario degli incontri 2017-18 è il seguente:

  • 12 e 26 Ottobre 2017 giovedì ore 15.00 – 17.00
  • 9 e 23 Novembre 2017 giovedì ore 15.00 – 17.00
  • 14 Dicembre 2017 giovedì ore 15.00 – 17.00 Festa natalizia
  • 11 e 25 Gennaio 2018 giovedì ore 15.00 – 17.00
  • 8 e 22 Febbraio 2018 giovedì ore 15.00 – 17.00
  • 8 e 22 Marzo 2018 giovedì ore 15.00 – 17.00
  • 5 e 19 Aprile 2018 giovedì ore 15.00 – 17.00
  • 3 e 17 Maggio 2018 giovedì ore 15.00 – 17.00
  • 31 Maggio 2018 giovedì ore 15.00 – 17.00 Festa finale

E’ possibile vedere le nostre attività e iniziative accedendo

alla Pagina Facebook digitando Alzheimer Cafè Fondazione Sacra Famiglia

Appuntamento in P.zza Don Milani n. 5 presso l’oratorio San Giorgio di Seguro di Settimo Milanese!

Autismo: Sacra Famiglia negli USA

Lucio Moderato interpellato dal più importante istituto di ricerca del mondo sui disturbi comportamentali*
Il metodo Superability sbarca negli Stati Uniti. Lo scorso aprile, il suo ideatore, Lucio Moderato, direttore in Sacra Famiglia dei Servizi per l’autismo, è stato chiamato dal Kennedy Kreagher Institute di Baltimora per un confronto scientifico. «Mi hanno coinvolto – spiega Moderato – nella valutazione di un caso, che abbiamo in trattamento in Italia. La famiglia ha chiesto un consulto in questo centro e mi ha voluto al suo fianco. In questo modo abbiamo potuto mettere a confronto il modello Superability con le loro metodologie».
Il Kennedy Kreagher Institute è il centro di studio più importante al mondo in termini di problematiche riguardanti l’autismo e i disturbi comportamentali. La permanenza di Moderato, autofinanziata, è durata una settimana. «Le giornate – racconta il direttore dei Servizi per l’autismo della Sacra Famiglia – scorrevano intense. Gli americani hanno attrezzature e personale che noi non abbiamo. Su ogni caso ci sono quattro operatori, due che agiscono e due che osservano e registrano dati. Sul piano dei contenuti, invece, non ci sono grosse differenze. Ho potuto constatare che l’approccio, basato sulla metodologia comportamentale, è lo stesso».
Il centro scientifico di Baltimora è dotato di strutture all’avanguardia e raccoglie i migliori studenti selezionandoli da tutto il mondo. Per effettuare dei tirocini bisogna pagare somme elevate. «Rispetto a loro – continua Moderato – avremo meno possibilità, ma non possiamo ritenerci inferiori. Hanno procedure e protocolli molto rigidi mentre noi siamo più flessibili e creativi. Ho avuto modo di ammirare la loro capacità organizzativa e quella di lavorare in squadra. Non è solo una questione di risorse economiche, ma di mentalità. Noi siamo più individualisti mentre lì è molto sentito il rispetto della gerarchia».
Sul piano prettamente scientifico, invece, Moderato trova il modello Superability leggermente più funzionale rispetto ai sistemi americani. «Loro – dice – non hanno l’approccio di counseling, cioè il far lavorare la persona a casa o a scuola coinvolgendo e accompagnando genitori e insegnanti al cambiamento e alla realizzazione dell’intervento nei luoghi di vita. Gli americani fanno tutto in istituto, magari mettendosi dietro un vetro a specchio a osservare gli operatori che lavorano con il bambino autistico. Sono più ambulatoriali mentre noi abbiamo un legame più realistico con la vita quotidiana e lavoriamo per sviluppare l’indipendenza del soggetto. Il nostro approccio è più naturale, magari perdiamo un po’ in precisione, ma mai termini di rigore. Questo aspetto è stato colto da loro tanto che la direttrice dell’istituto, Julia O’Connor, mi ha espresso il desiderio di ricambiare la visita e di venire in Italia a osservare da vicino il nostro modo di lavorare».
*Intervista a cura di Generoso Simeone
 
Moderato USA